L'acqua sgorgava dalle viscere della terra, calda e fredda riempiendo antiche sale termali, cisterne e conche di millenari crateri, coprendo nel tempo parte del territorio dei Campi Flegrei e custodendo in profondità  testimonianze archeologiche oggi protette dal Parco Archeologico di Baia Sommersa.

L'itinerario

Parco archeologico delle Terme di Baia

La natura vulcanica dei Campi Flegrei fu sapientemente sfruttata dai romani per la cura e il benessere del corpo.  Sorgenti di acque termali e curative, vapori bollenti e fumarole furono convogliati in una miriade di cunicoli per riempire piscine, sgorgare nei ninfei e riscaldare ambienti per saune.
Qui gli architetti romani diedero prova di enorme maestria nel costruire opere grandiose nel rispetto della natura.

La Piscina Mirabilis

La Piscina Mirabilis fu costruita per il rifornimento d'acqua della flotta imperiale di stanza nel porto di Miseno, la Classis Misenensis.
E' la cisterna romana più grande d'Italia completamente scavata nel tufo, terminale dell'acquedotto augusteo che si presenta oggi come un'enorme cattedrale sotterranea.

Informazioni

La visita didattica è preceduta da una lezione propedeutica di circa 50 minuti per massimo 2 classi.
L'attività si svolge presso la scuola con l'ausilio della LIM.
La visita presso il Parco Archeologico delle Terme di Baia e della Piscina Mirabilis ha una durata di circa 3 ore.
La pianificazione della lezione e della visita sarà concordata con i referenti scolastici.

Servizi inclusi

  guida
  Lezione propedeutica

caricamento in corso...

Questo sito, per offrirti i servizi, utilizza cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per utilizzare i servizi è necessario che acconsenti all'utilizzo.