Partiremo da Cuma, madre dell'Occidente, a cui si deve la fondazione di Neapolis sulla collina del Monte Echia. Raggiungeremo la spettacolare cisterna romana, punto terminale dell'acquedotto augusteo. Ammireremo reperti unici al mondo e panorami mozzafiato dal Castello aragonese di Baia che ospita il Museo dei Campi Flegrei. Pausa pranzo presso una struttura selezionata. Infine visiteremo l'Anfiteatro che i cittadini dell'antica Puteoli costruirono a proprie spese.

L'itinerario

Acropoli di Cuma

Cuma, madre dell'Occidente, è il luogo in cui giunsero i greci per fondare la prima delle colonie in terraferma. Sull'Acropoli collocarono i templi dedicati alle loro divinità. Al Tempio di Apollo è legato al mito virgiliano di Dedalo; qui Enea si fermò in attesa di incontrare la Sibilla, sacerdotessa famosa per i suoi oracoli.

Parco Archeologico delle Terme di Baia

L'antica Baiae, per la presenza di acque termali e la bellezza del paesaggio, fu un luogo di villeggiatura e di riposo dell'aristocrazia romana.
Tra il III e il V sec. d.C. il fenomeno del bradisismo provocò il lento inabissarsi di moli, ville ed edifici e contribuì allo spopolamento della zona.
Parte della città antica è sommersa dal mare ed è compresa nel Parco Sommerso di Baia che protegge un ambiente marino avente rilevante valore archeologico-ambientale.

Il Museo Archeologico dei Campi Flegrei

Nel Museo Archeologico dei Campi Flegrei sono esposti reperti unici e di straordinario valore, provenienti da Cuma, Pozzuoli, Baia e Miseno. E’ ospitato nel Castello Aragonese di Baia, fortezza costruita per realizzare un efficace sistema difensivo del territorio e che sorge su un’altura del golfo di Pozzuoli, dove in epoca romana sorgeva un importante complesso residenziale.

La Piscina Mirabilis

Grandioso terminale dell'acquedotto augusteo del Serino, la Piscina Mirabilis fu costruita per il rifornimento d'acqua della flotta imperiale di stanza nel porto di Miseno, la Classis Misenensis. Prima di giungere nella cisterna, l'acqua percorreva un tragitto di circa 100 km rifornendo Sarno, Nola, Pompei, Ercolano, Napoli, Pozzuoli, Cuma. Tratti dell'acquedotto, che correva a cielo aperto e in galleria, sono stati identificati anche nel complesso archeologico di Baia.

Informazioni

L'itinerario ha una durata di 4 ore ca con partenza da Pozzuoli o da Napoli.


Servizi inclusi

  Trasporto A/R
  Guida abilitata multilingua
  Pranzo

caricamento in corso......

Questo sito, per offrirti i servizi, utilizza cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per utilizzare i servizi è necessario che acconsenti all'utilizzo.